Skip to main content
  • Parco Natura La Selvotta

Storia e Curiosità: l’arte della falconeria a Roma antica


Nell’affascinante crocevia tra il mondo antico di Roma e l’arte della falconeria, si cela una storia avvincente che ha plasmato il rapporto tra l’uomo e i rapaci nel corso dei secoli.
Questa pratica, che affonda le sue radici nella falconeria medievale, ha lasciato un’impronta indelebile nell’antica Roma e persiste ancora oggi nell’incantevole contesto del Lazio, tramandata dai padri ai figli, così come accade nel Parco Natura La Selvotta a Formello.

Falconeria a Roma: una tradizione millenaria

La storia della falconeria lazio si intreccia con le sfumature della cultura antica.

La pratica della falconeria nell’antica Roma rivestiva un ruolo significativo nella società dell’epoca, rappresentando un simbolo di potere, prestigio e abilità tra la nobiltà e i sovrani.

I rapaci, in particolare i maestosi falchi, venivano considerati non solo strumenti di caccia, ma anche simboli di divinità e di forza.

I nobili romani dedicavano tempo e risorse considerevoli all’addestramento e alla gestione di questi uccelli rapaci. La caccia con i falchi era un’attività raffinata e prestigiosa, riservata principalmente alla classe aristocratica.
La precisione con cui i rapaci venivano addestrati a cacciare e a ritornare al loro falconiere divenne un’arte ricercata e ammirata.
Documenti storici narrano di sontuose dimore romane circondate da vasti terreni utilizzati per la caccia, dove i falchi addestrati venivano impiegati per abbattere prede selezionate.

Falconeria a Roma: così scrivono gli avi

Il poeta latino Marziale (40-104) e successivamente Apuleio (125 – 180) hanno descritto dettagliatamente la pratica della caccia con i falchi tra i Romani.
Tuttavia, l’introduzione ufficiale della falconeria a Roma è stata attribuita ad Audicio, figlio dell’imperatore di origine gallica Avito, ucciso nel 456 durante una rivolta, come riportato negli editti storici.
Nel 330, Giulio Firmico Materno menziona chiaramente i “nutritores accipitrum, falcorum ceterarumque avium, quae ad aucupia pertinent” (nutritori di aquile, falchi e altri uccelli impiegati nella caccia), confermando l’esistenza consolidata di questa pratica nella società romana antica, come evidenziato negli editti storici dell’epoca.

La Falconeria, oltre a essere una forma di intrattenimento, simboleggiava la forza e il controllo dell’uomo sulla natura, mentre allo stesso tempo era un’espressione di connessione tra l’uomo e gli animali, riflettendo l’importanza di conservare l’equilibrio tra l’ambiente e l’essere umano.

La falconeria nell’antica Roma rimane un capitolo affascinante della storia che ha contribuito a plasmare la relazione tra l’uomo e i rapaci, lasciando un’eredità duratura che si riflette ancora nelle tradizioni e negli interessi odierni relativi alla conservazione e alla comprensione dei rapaci nella società contemporanea.

Falconeria medievale: un’arte trasmessa nel tempo

Come anticipato, la falconeria è stata una pratica diffusa anche durante il periodo medievale, mantenendo intatta la sua aura di mistero e abilità.
Federico II di Svevia nel XIII secolo così la definisce: “’La caccia col falco è l’arte più nobile e la più regale delle attività” (De arte venandi cum avibus).
E più tardi nel Rinascimento, Caterina de’ Medici: “La falconeria è un passatempo nobile, unisce la grazia dell’arte con l’adrenalina della caccia, svelando il legame tra uomo e rapace”.

Parco Natura La Selvotta: un rifugio per i rapaci

Il Parco Natura La Selvotta a Formello nel cuore del Lazio è una tappa obbligatoria per gli amanti della falconeria lazio e dei rapaci a Roma.
Il parco ospita 50 varietà di rapaci, da quelli notturni a quelli diurni, offrendo agli ospiti l’opportunità di interagire con questi splendidi animali, un’esperienza immersiva in un ambiente naturale dove è possibile conoscere da vicino la storia millenaria di questa pratica.

Nell’atmosfera incantata del Parco Natura La Selvotta, è possibile immergersi in questo mondo affascinante e comprendere le tecniche secolari utilizzate per addestrare e gestire i rapaci.

Vuoi conoscere meglio il mondo dei rapaci?

Rapaci Notturni caratteristiche e comportamenti: esplora il mondo affascinante dei rapaci notturni e scopri le loro caratteristiche uniche.

Il Mondo dei rapaci diurni: entra nel mondo dei rapaci diurni e impara di più sul loro stile di vita e comportamento.

Rapaci, storia e natura a Roma

Il legame tra i rapaci, la storia di Roma e l’arte della falconeria è una testimonianza vivente del rispetto e della connessione tra l’uomo e la natura. Attraverso luoghi come il Parco Natura La Selvotta, questa antica pratica continua a essere celebrata e preservata, offrendo agli appassionati e ai visitatori un’esperienza unica nel cuore del Lazio.

Alla scoperta delle radici della falconeria a Roma e dei magnifici rapaci, il Parco Natura La Selvotta si erge come un tesoro da esplorare, ricco di storia, cultura e connessione con la natura.

Storia e Curiosità: l’arte della falconeria a Roma antica
Torna su